giovedì 27 febbraio 2014

Festa di carnevale febbraio 1854



Manifestazione carnevalesca grandiosa  e memorabile  nell'edizione  del 1854, tenuta nell'appartamento delle feste del Real Palazzo la sera tra il 20 ed il 21 febbraio e, come di consueto replicata nei giorni successivi. Questa volta la fervida immaginazione del sovrano - dopo la << gioconda idea  della   giostrante cavalleria >> - concepì suddiviso in cinque quadriglie, << un quadro magnifico di epoche diverse, personificate, per così dire dalle fogge che in esse rifulsero >>. un album in-folio composto da  trentadue tavole raffiguranti i principali protagonisti di quella serata nei loro fastosi abbigliamenti, frutto del << lavoro di artefici ed artieri  che  durò  settimane >>.   Lo  stesso  Marta  ricorda  inoltre che, per realizzare con   una  indispensabile  precisione  filologica i  costumi  << delle più celebri corti >>, erano state  svolte   minuziose  indagini nelle << pubbliche e private biblioteche >>, alla ricerca di << storie, cronache, descrizioni archeologiche, ritratti, blasoni >>. Una lunga ed accurata preparazione condotta dai diretti interessati << in compagnia di eletti artisti >>, tra i quali non è azzardato supporre  che  vi  fossero  anche i  due  addetti   al settore costumi dei << Reali Teatri >>, l'appaltatore Carlo Guillaume e il figurista Filippo Del Buono. Sicura invece la collaborazione del pittore Pasquale Mattei - illustratore della vita di corte e studioso di feste popolari - cui si deve il disegno preparatorio per  la   tav. III,  nella  quale  il sovrano,  nei  panni  di   Luigi  XIII,  appare  circondato  dagli  altri componenti   della  real  famiglia - la regina Maria Teresa, la principessa Maria Amalia, Maria Isabella contessa di Trapani, Luigi conte di Aquila - tutti in abiti ispirati all'epoca di Richelieu.
 

























Torneo di Caserta













Esercito del Regno di Napoli sotto il governo di Giuseppe Bonaparte 1806-1808

Dalla biblioteca pubblica di New York"